Alla prima edizione, la Wörthersee Gravel Race fa subito centro

a cura di Jody Poggi 13 Maggio 2024
13 Maggio 2024

Oltre 1200 iscritti Pro ed amatori, in un luogo davvero incantevole e su percorsi bellissimi da pedalare.


La Wörthersee Gravel Race ha vissuto la sua prima edizione lo scorso 7 aprile a Velden, in Austria, trenta minuti d'auto oltre il confine con l'Italia. Una manifestazione davvero bella, organizzata alla perfezione, incastonata tra montagne innevate, attorno ad un lago la cui acqua è addirittura potabile.

Da subito è entrata a far parte del calendario TREK UCI Gravel World Series 2024, la prima di stagione, ed è quindi a tutti gli effetti una gara di qualificazione per i Campionati mondiali UCI Gravel 2024. Oltre alla competizione per professionisti ed ambiziosi ciclisti Gravel, ampio spazio anche ai ciclisti amatoriali, che hanno potuto scegliere se percorrere uno o due giri da 50 km e 500 metri di dislivello ciascuno. Per i Pro, obbligatori invece tre giri completi. Tra loro, anche gli italiani Mattia De Marchi e Daniel Oss, oltre a campioni del calibro di Alban Lakata.

Abbiamo naturalmente accettato l'invito degli organizzatori, e creato un ampio reportage a cui abbiamo dedicato ben due puntate di CyclingLands TV.

Abbiamo goduto di scenari mozzafiato e bellissimi panorami alpini,s coprendo che la regione Wörthersee-Rosental offre l'opportunità di esplorare le bellezze della regione su due ruote non solo ai ciclisti gravel esperti, ma anche ai principianti.

Johnny Hoogerland, attuale campione del mondo Gravel, ha progettato il percorso della Wörthersee Gravel Race nel suo territorio natale. In collaborazione con Paco Wrolich, ex partecipante al Tour de France e coordinatore ciclistico in Carinzia, è stato sviluppato un percorso che non è solo un highlight sportivo ma anche un omaggio alla bellezza del lago Wörthersee e alla passione per il mondo gravel.

Tra fitti boschi ed alte montagne, non poteva mancare il folletto, da subito elemento distintivo di questo nuovissimo evento; una creatura dispettosa chiamata “Wörtherseemandl Gralf”, o più semplicemente Gralf. Un piccoletto sfacciato che secondo la tradizione era solito minacciare gli abitanti della zona con scherzi capricciosi, a meno che non gli rendessero omaggio.

Tornando alla gravel ed a questa zona della Carinzia, abbiamo notato da subito l'incredibile rete diversificata di sentieri naturali e percorsi appositamente progettati (compresi quelli della prestigiosa Wörthersee Gravel Race); tutti conducono attraverso villaggi idilliaci, lungo le rive del lago Wörthersee ed anche attraverso impegnativi paesaggi collinari, perfetti per chi è alla ricerca di avventure su sentieri non asfaltati.

La fresca aria primaverile si è perfettamente sposata alla natura in fiore e la combinazione unica di paesaggi montani e lacustri creano un'esperienza che riteniamo indimenticabile. Il tutto con lo splendido lago Wörthersee come sfondo.

Ma vi raccontiamo tutto nei nostri reportage video, compresa la cura del percorso di gara, con attenzioni e segnalazioni che non ci dispiacerebbe vedere anche in Italia...

Video Partners
  • Abbiagliamento: CyclingLands by Alexander Bike Wear
  • Casco: Abus
  • Occhiali: Bliz
  • Scarpe: Gaerne
  • Bottle: Keego